Almeno una “fika”al giorno leva lo stress di torno

2-fika-outside-1

La parola, come è giusto che sia, si presta a facili ironie. Ma in realtà non è così:in Svezia la Fika rappresenta la parte migliore della giornata e dalla quale difficilmente si riesce a farne a meno. A parte la malizia che si scatena ogni volta che si vede scritta questa parola in Svezia si chiama così la pausa caffè da fare più volte al giorno, davanti a un dolce insieme a colleghi o amici. In molte aziende è obbligatoria e da quanto emerge migliora la produttività.

Fare fika in Svezia per la maggior parte delle persone si traduce nel prendere un caffè, tè o cioccolata, ovvero una qualsiasi bevanda calda e comunque non alcolica (fatta eccezione per il Glögg durante il periodo di Natale) e sorseggiarla degustando biscotti, snack, dolcetti e torte, come ad esempio la Kladdkaka, la Morotskaka, il Kanelbulle, il Wienerbröd o Muffins, giusto per citarne alcuni.

Secondo Viveka Adelsward, professoressa della Linkoping University (Svezia) ed esperta di consuetudini sociali del paese scandinavo, la fika è un momento di socializzazione e di scambio che, in ambito lavorativo, aumenta l’efficienza e la produttività perchè genera più ossigeno al cervello.
E non è solo caffè, di cui per altro la Svezia è il terzo consumatore mondiale (il primo è la Finlandia, mentre l’Italia è solo 12esimo posto) a creare le condizioni per una vita migliore:facendo Fika più volte al giorno si scambiano informazioni, si fanno confidenze togliendo ruggine dal cervello così da promuovere la creatività. Sempre secondo Viveka Adelsward le migliori idee emergono durante la fika. A questo punto possiamo tranquillamente dire che almeno una “fika”al giorno leva lo stress di torno.

 

 

Enzo Cagnetti

Enzo Cagnetti

Scrittore

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>