Andrea Bazzardi in “Fino al blu”

io blu
Please Add Photos
to your Gallery

Fino al blu è l’esordio letterario di Andrea Bazzardi, un’opera prima ma con tutte le caratteristiche adatte per diventare un grande successo.

La storia raccontata nel libro si snoda tra gli incredibili panorami del Sud America, nella cornice della quieta e pacifica città di Cuscadora, immersa tra le nebbie delle Ande. L’armonia mistica della città verrà sconvolta dalla costruzione di un aeroporto, una rivoluzione inimmaginabile per i cittadini abituati al silenzio ed alla calma tipiche del territorio andino.

L’ostinata opposizione alla costruzione sarà la scintilla per risvegliare il sentimento guerrigliero della comunità che dovrà interrogarsi sulle azioni da intraprendere.

Ad opporsi agli abitanti una squadra di costruttori guidati dalla terribile capocantiere, che darà filo da torcere alle imprese ed alle richieste dei Cuscadorini. All’interno della trama si inserisce la storia di Francisco un giovane ragazzo con la passione per gli aquiloni e per il viaggio, che partirà alla volta di paesi lontani.

Un’opera ricca di colpi di scena, ma soprattutto di frasi uniche e di grande spessore, che dimostrano le abilità di Andrea nel raccontare ma allo stesso tempo avvicinare il lettore al testo rendendo emozioni e sentimenti vividi e realistici. Temi di grande attualità sono trattati in modo marcato ma non oppressivo. Una lettura consigliata a chi ama viaggiare e cerca una lettura scorrevole ed intrigante in un viaggio emozionale che sarà capace di cambiare il vostro modo di vedere il mondo.

Come nasce questo libro?

Il libro nasce dalla volontà di mettere ordine ai miei appunti raccolti in vari anni di viaggi per il mondo, soprattutto nella zona del Sudamerica. Viaggiando ho sempre riportato su carta le emozioni che scaturivano da incontri con persone, paesaggi, esperienze di crescita personale e difficoltà affrontate. Partendo da questi elementi ho ottenuto una base su cui creare una storia che li congiungesse. Così, un giorno ho scritto spontaneamente il primo capitolo, senza sapere dove esso mi avrebbe condotto. Ed è stato un nuovo viaggio; mi sono lasciato coinvolgere e ho fatto in modo che i pensieri e le idee vagassero liberi seguendo la loro volontà. Di conseguenza sono arrivati i vari personaggi e le varie situazioni. Non avevo un’idea di base poiché, parlando di viaggi zaino in spalla, ho voluto che anche la scrittura lo fosse.

Quale messaggio vuoi trasmettere?

Non ho scritto il romanzo con un intento preciso o un messaggio particolare. Ho pensato di donare semplicemente la mia esperienza, cercando di condividerla nella maniera più semplice e accessibile. Una volta terminato sono arrivati parecchi significati ma preferisco tenerli per me, giacché ognuno, come in viaggio, trae le proprie esperienze e i propri insegnamenti. Mi piace ascoltare i pareri più disparati e ho avuto modo di provare che ognuno prende il romanzo alla propria maniera.

Leggi il mio libro perché…

Il principale motivo di lettura a mio avviso è quello di rispecchiarsi nelle parole dell’autore, estrapolando contenuti da cucire sulla propria pelle. Penso che “Fino al blu” possa dare una prospettiva diversa sul viaggio e sulla vita in generale, un punto di vista nuovo per poter analizzare al meglio questo fantastico mondo che il destino ci offre ogni giorno. E far sì che ciò che ci pare eccezionale possa essere usato nella quotidianità.

Inoltre credo che il realismo magico possa allargare il campo del reale, facendo diventare plausibili situazioni remote.

Progetti futuri?

È in corso la stesura del secondo romanzo. Sarà ancora sul tono del realismo magico ma andrà più nel dettaglio. Non voglio aggiungere altro.

Inoltre sto scrivendo dei racconti basati sulle emozioni.

Per finire vorrei dire che sognare è lecito e i desideri sono qualcosa da prendere sul serio. Spesso si tende a coltivarli per poi lasciarli marcire dentro. Se c’è un senso in questa vita sicuramente è dalla parte dei desideri. Quindi avanti tutta!

 

Amazon

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>