Cinque motivi per cui le zanzare colpiranno te e non altri

zanzare

Come ogni anno, comincia la persecuzione delle punture di zanzara. E come ogni volta, c’è qualcuno che viene punto di più e qualcuno che viene punto di meno. Stavolta ci sono delle spiegazioni

Quasi in una sorta di accanimento, le zanzare pungono di più alcune persone rispetto ad altre. Non è un’autoconvinzione vittimistica: capita davvero. Ci sono individui che, per diverse ragioni, attirano più di altri l’interesse delle zanzare. Più o meno è il 20% della popolazione. Non ci sono particolari rimedi (a meno di calcare la mano con i repellenti, col rischio però che le zanzare comincino a diventare immuni) ma ci sono diverse spiegazioni. Secondo gli scienziati dello Smithsonian, sono queste:

Gruppo sanguigno
Visto che si tratta di sangue, era ovvio che giocasse un ruolo decisivo nella faccenda. Secondo uno studio le zanzare preferirebbero, potendo scegliere, i gruppi sanguigni di tipo 0. Il doppio rispetto ai gruppi di tipo A, e comunque di più rispetto a gruppi di tipo B. Circa l’85% delle persone segnala, con alcune secrezioni chimiche della pelle, il proprio gruppo sanguigno (cosa che il 15%, più furbo, non fa). E le zanzare non aspettano altro.

Anidride carbonica
Le zanzare la sentono, la annusano, la riconoscono e la seguono. È la loro scia verso i corpi degli animali, intere autostrade nell’aria che conducono al deposito di sangue che stanno cercando. L’anidride carbonica emessa dal respiro è l’esca più grande: riescono a percepirla da 50 metri di distanza. Per questa ragione, più anidride si emette (corpi più grandi, come quello degli adulti) e maggiore è il rischio di punture di zanzare

Esercizio fisico
Le zanzare adorano annusare l’acido lattico, l’acido urico e tutte quelle sostanze che vengono espulse durante l’attività fisica, cui si aggiunge una elevata temperatura corporea. Chi fa sport, allora dovrà stare più attento.

I batteri della pelle
Dipende anche dalla quantità, dal tipo e dalla distribuzione dei batteri sulla pelle. Uno studio ha dimostrato che avere grandi quantità di batteri dello stesso tipo rende la pelle più appetibile per alcuni tipi di zanzare. È meglio avere tanti tipi di batteri, ma in quantità minori. Lo studio spiega anche perché le zanzare preferiscano i piedi e le caviglie, dove le colonie batteriche sono consistenti e non c’è varietà.

La birra
Sembra una congiura. Una campagna portata avanti da scienziati astemi. Se si beve molto alcol, allora ci saranno più punture di zanzare. Come si spiega? Gli scienziati ipotizzano che questo abbia a che fare con l’aumento della quantità di etanolo nel sudore, o forse nell’aumento della temperatura corporea. Ma non ci sono ancora studi con dimostrazioni convincenti per sostenerlo in modo fondato.

 

 

di LinkPop

fonte linkiesta.it

 

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>