Città della Scienza non si arrende

IMG-20160308-WA0011

A tre anni esatti dall’incendio doloso che distrusse gran parte di Città della Scienza a Napoli, il polo di ricerca e divulgazione inaugura “Corporea”, il primo museo interattivo in Europa dedicato alla salute, alle tecnologie biomediche e alla prevenzione.

Presenti anche il ministro delle Infrastrutture Graziano Delirio e il sindaco di Napoli Luigi De Magistris in una giornata così importante che vuole essere una rinascita, e che Vincenzo Lipardi, Consigliere delegato di Città della Scienza, spiega così “da un lato serve a dimostrare a chi ha distrutto questo pezzo di Città della Scienza che Napoli non si arrende, che non c’è alcun criminale che ha mano libera e che la città reagisce. L’altro punto positivo è che noi completando Corporea diamo alla città una nuova opportunità per competere, per valorizzare i suoi ragazzi.”

5mila metri quadrati di esposizione che affacceranno verso il Golfo di Pozzuoli, l’isola di Nisida e Parco Virgiliano. Corporea sarà promotore della salute con i suoi moduli per Pmi e startup operanti nel settore biomedicale e dell’e-health, ospiterà anche eventi temporanei e convegni. Il fiore all’occhiello del museo, però, è il “Dome 3D/planetario” con più di 120 posti a sedere, dove sarà possibile vedere le proiezioni di show didattici dedicati al tema della salute e delle scienze biomediche.

L’esposizione ospiterà un’area interattiva e multimediale ed occuperà i primi 3 piani dell’edificio, in cui sarà possibile vedere, tra le altre cose, una sezione dedicata all’evoluzione dell’uomo dalla riproduzione alla nascita e all’invecchiamento. La concentrazione sarà rivolta a temi attuali come il cervello e le sue funzioni, la genetica e l’evoluzione, le cellule e il rapporto tra salute e stile di vita. Uno spazio del museo sarà assegnato alla realtà virtuale dove i visitatori potranno vivere avventure ed emozioni sempre nuove. Una zona pensata per i bambini dove ci saranno percorsi divertenti e coinvolgenti per la conoscenza del copro umano, uno spazio per la ricerca scientifica che offrirà l’opportunità ai visitatori di conoscere le innovazioni in campo medico, un’area sempre aggiornata sul territorio e, infine, laboratori dedicati alle attività didattiche, spettacoli di teatro scientifico, animazioni e incontri con esperti.

L’apertura al pubblico è prevista a Dicembre 2016, quando verrà completato l’allestimento dei contenuti dell’area espositiva. Il primo passo verso la definitiva rinascita di Città della scienza, nel 2018.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>