E io (non ) pago !

delega-pagamento-dipendenti(1)

Con Sentenza n. 6095/2016 depositata il 24.5.2016 il TAR Lazio ha annullato il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 6.10.2011 concernente il contributo per il rilascio ed il rinnovo del permesso di soggiorno.

La decisione dei Giudici Amministrativi di Roma segna una svolta decisiva nella farraginosa macchina della burocrazia italiana.

Fino a qualche tempo fa, infatti, tutti coloro che avessero voluto ottenere il rilascio del permesso di soggiorno (o anche solo il suo rinnovo), avrebbero dovuto versare un importo variabile tra gli 80,00 euro e i 200,00 euro correlato alla durata del permesso di soggiorno richiesto.

A seguito della suindicata pronuncia giurisprudenziale è, quindi, venuto meno l’obbligo di versare il predetto contributo; tuttavia ancora oggi, a circa due mesi dalla pubblicazione della sentenza, il versamento dello stesso viene erroneamente (leggasi illegittimamente) preteso dagli uffici postali all’atto di richiesta del permesso di soggiorno.

Ci auguriamo che presto tutti gli uffici postali si allineino di “default” alla decisione del Tribunale Amministrativo Regionale, nell’attesa però vi consigliamo di far valere autonomamente i vostri diritti rifiutando il versamento del contributo e chiedendo di parlare con un Dirigente della Posta sentenza alla mano.

di Alessia Pellegrino

 

 

 

 

 

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>