Il “volo” di Matteo Cutolo

Matteo Cutolo

Dal 28 febbraio al 2 marzo si è svolto il Campionato Italiano di Pasticceria, Gelateria e Cioccolateria organizzato da FIPGC ( Federazione internazionale Pasticceria, Gelateria e Cioccolateria) presso la Fiera del Tirreno CT di Massa Carrara. Tra i 70 concorrenti hanno conquistato il podio Matteo Cutolo, 41 anni di Ercolano (NA) per la sezione pastigliaggio e torta moderna, Enrico Casarano, 24 anni della omonima città in provincia di Lecce che ha vinto per il suo pièce al cioccolato, e Giuseppe Russi, 32 anni di Laterza (TA) con una creazione di zucchero artistico e zucchero soffiato. I tre pasticceri formano la squadra che parteciperà ai mondiali del 2017 in occasione della fiera Host Milano.

Matteo a cosa è ispirato il suo pastigliaggio “il volo”?

Tutto è nato dalla mia passione per Leonardo Da Vinci e il rinascimento, io volevo ispirarmi a qualche sua creazione e ho pensato al suo primo disegno: le ali di pipistrello, che lui ha ideato nei suoi studi per far volare l’uomo, e l’ho rappresentate al centro dell’opera, nella parte inferiore l’autoritratto di Leonardo e in cima ho inserito un biplano per mio gusto e desiderio di volare. Da qui tutto il resto della creazione: il fiore di zucchero tirato e la torta hanno preso ispirazione dal volo e dal movimento dell’elica, infatti il fiore ha i petali che sembrano delle eliche in movimento e la torta quando viene tagliata presenta delle bande verticali che fanno pensare ad un’elica colorata in movimento, quest’idea è stata premiata per l’innovazione.

Quanto tempo ha lavorato per il progetto e realizzazione del “volo”?

Ho iniziato a metà novembre con la prima bozza e sono arrivato a completarla a metà gennaio e in 20 giorni di duro lavoro ho realizzato l’opera definitiva. Per la torta siamo arrivati al completamento dopo 7 tentativi.

Lei, con i suoi colleghi Enrico Casarano e Giuseppe Russi, rappresenterete l’Italia ai mondiali della pasticceria che si terranno a Milano nell’ottobre del 2017. Come vi preparerete per questa nuova gara?

Già ci stiamo preparando, infatti ci siamo sentiti telefonicamente molte volte e il nostro prossimo incontro sarà dopo Pasqua. Abbiamo deciso che già ognuno di noi porterà la bozza di quello che vorremmo fare. Quando andremo ai mondiali io mi dedicherò alla posizione del gelato, Giuseppe Russi farà la torta ed Enrico Casarano le praline. La degustazione è la parte più importante per la gara poiché è quella a cui si da più punteggio e che ci occuperà più tempo sia per le varie prove che per gli accorgimenti, quindi vogliamo dedicarci particolare attenzione. Visti i nostri impegni e la lontananza, non potremo vederci molto spesso, quindi ad ogni appuntamento cercheremo di portare subito dei risultati e dei punti fermi.

Già sapete quali saranno i gusti dell’opera che porterete per Milano?

I gusti più o meno si sanno poiché il campionato mondiale ha come titolo “ alla ricerca del caffè e del cioccolato” quindi gli ingredienti principi saranno questi.

Com è stata l’esperienza del campionato italiano, il rapporto con gli altri concorrenti e come ha vissuto il momento della vittoria?

Essendo una gara il clima inizialmente era un po’ teso , ma alla fine ho vissuto una bellissima esperienza e tra noi concorrenti ci siamo anche aiutati, per esempio io ho dato una mano ad una concorrente a portare i piatti per la degustazione. La federazione è come una grande famiglia quindi alla fine ci siamo trovati a collaborare più che a concorrere. Per quanto riguarda la vittoria, non mi aspettavo di vincere, nonostante puntassi molto in alto e il mio desiderio fosse quello di fare bella figura. Quando hanno pronunciato il mio nome è stata grande gioia.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>