La mamma

mamma

Qualche giorno fa è stata la festa della mamma. La mamma. L’unica che sa chi siamo, anche meglio di noi! Quando ero piccola avevo la classica ragazzina che stava sempre appiccicata ‘a mammà’: qualsiasi cosa bisognava farla con lei, quando non c’era erano più le volte che quella cosa non si faceva rispetto ad altro. Poi è arrivata la fase dell’adolescenza e del ‘non glielo dico a mamma sennò non me lo fa fare’. E’ stato il classico periodo di bugie bianche, sotterfugi, omissioni, negazioni, non risposte a messaggi o telefonate, istruzioni verso le amiche che mamma avrebbe contattato al mio posto, lavaggio del cervello a mio fratello per convincerlo a dire quello che volevo io. E lei sempre lì, che faceva finta di nulla ma che in realtà sapeva perfettamente cosa stava succedendo e aveva sempre la situazione sotto controllo. La mamma ti controlla anche quando pensi che non lo faccia. Ti sta accanto anche quando pensi che se ne freghi di te. Ti protegge a prescindere anche se sa che la colpa è tua. Ti aiuta a capire le cose senza dirti nulla ma indirizzandoti verso la soluzione da prendere. La mamma è quell’essere che ti vuole bene e che te lo dimostra sempre, nel bene e nel male. E’ colei che ti ha cresciuto dentro di sé per nove lunghi mesi e con la quale avrai per sempre un legame talmente forte che anche se la perderai durante il tuo cammino, lei ti starà accanto a prescindere da ciò che accadrà. Dopo l’adolescenza è iniziato il periodo d’oro: quello in cui con la mamma si è creato un rapporto di complicità ma che non ha comunque escluso le litigate, le rispostacce, i rodimenti, i malumori e qualunque altro modo di fare negativo che, a prescindere dalla situazione, rigiriamo a lei perché sappiamo che possiamo farlo. La mamma è colei che sopporta senza rispondere, che ti ascolta senza intervenire, che ti risponde al telefono anche se già sai cosa dovrai dirle, che ti aspetta sveglia perché sa che avrai bisogno di lei una volta che tornerai a casa. Quando poi si cresce, la mamma diventa un’amica: te la porti in giro con le amiche che ormai conosce quasi meglio di te, al cinema perché è l’unica a cui sai potrebbe interessare il film che vuoi vedere tu, per mostre sapendo che nessuno vorrebbe venire se non lei. Addirittura ci vai al mare nei weekend! La mamma è quella persona che non si scandalizza se deve tirare fuori il portafoglio, che ti continuerà a fare regali inaspettati e a passarti soldi se ne hai bisogno. Colei che ti aiuterà quando vorrai cavartela da solo ma sai perfettamente che senza il suo aiuto non ce la faresti. E’ colei che sarebbe disposta a venire a casa tua a cucinarti le scorte per tutto il mese pur di vederti felice, che farebbe le cose al tuo posto pur di non vederti così affaticato e stanco a fine giornata. La mamma è colei che verrebbe sempre con te pur di non farti fare le cose da solo, che starebbe 24h su 24 con te, sempre e comunque anche solo per il piacere di vivere il tuo tempo, senza parlare. Ecco, questo è quello che è la MIA mamma. Sempre presente. Sempre, e per sempre.

 

 

 

 

Camilla D'Angeli

Camilla D'Angeli

Assistente Programmi

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>