M. P. & records e G. T. music distribution. L’unione fa la forza nella qualità

mprecords_gtdistribution

Se il Progressive è una nicchia, la musica particolare lo è ancora di più. In un panorama discografico dominato da etichette grandi che pubblicano tutto il vendibile, basta che si venda bene, per fortuna c’è anche chi per le uscite discografiche segue rigorosi paradigmi di originalità e qualità. Pochi ma buoni, qualcosa di cui ci si può fidare veramente. Ne parliamo con due protagonisti.

Eccoci qua con Vannuccio Zanella, ciao!
V: “Buonasera a tutti gli ascoltatori di Radio Godot, ci fa molto piacere essere qui con voi.”

Il perché voi siete qui per me è chiarissimo, tu e Antonino Destra accanto a te rappresentate un grosso punto di riferimento per la musica italiana di autore di qualità. Lascio dire a te che vuol dire M. P. di M. P. & records
V: “Allora, M. P. è proprio musiche particolari, quindi voglio dire è già un indicatore molto chiaro di dove in qualche maniera noi ci posizioniamo, chiamiamolo nel mondo dell’indipendente, che può voleri dire tutto e niente, insomma. Ci interessa soprattutto fare delle musiche che non siano convenzionali, mettiamola così.”

Tu rappresenti l’etichetta degli amici Aliante, Pierpaolo Bibbò, Glad tree, Reale accademia di musica e molti altri.
V: “Esattamente, loro [l’Accademia reale di musica, ndr] sono tra le nostre ultime produzioni con “Angeli mutanti“, di cui siamo veramente orgogliosi, nel senso che cerchiamo sempre di dare un senso qualitativo molto alto a quello che in qualche maniera mandiamo fuori, perché c’è bisogno di buona musica, diciamo anche così. Siamo i primi ad essere appassionati di buona musica, siamo i primi quindi a doverla in qualche maniera offrire agli ascoltatori. Anche la Reale accademia di musica è stato un bell’acquisto per la M. P. & records, abbiamo un’amicizia molto lunga sia con Pericle Sponsilli che con Fabio Liberatori, per cui questo ha agevolato molto la riuscita di questo sodalizio. Siamo solo agli inizi ma sta funzionando molto bene, secondo me ne vedremo, e soprattutto ne sentiremo, delle belle con loro.”

Avete ristampato anche Arturo Stalteri.
V: “Stiamo parlando di “…E il pavone parlò alla Luna” se ben ricordo. Questa fu una licenza che ottenemmo da Materiali sonori perché Arturo era legato a loro. Noi ci preoccupammo di ristamparlo un po’ più nella versione originale che lui aveva previsto per il suo album. Era un album dei primi anni ’80, Arturo era appena tornato da un viaggio in India. È sempre stato un nostro grande amico da quando ristampammo i Pierrot lunaire, quindi un’amicizia anche quella venticinquennale ormai [ride, ndr].”

Avete artisti italiani anche di fama internazionale e di bravura assoluta, di qualità ottima. Ma se vogliamo essere curiosi di vedere le cose edite da M. P. & records, come possiamo fare?
V: “Basta andare sul sito www.mprecords.it e lì c’è tutto il catalogo. È molto facile, posso anche dire il numero: sono settantasette produzioni finora. Sono centellinate, perché in definitiva in 25 anni settantasette produzioni non sono tantissime, però insomma cerchiamo di lavorarle e seguirle molto bene. Forse Antonino ti spiegherà meglio il lavoro che dobbiamo fare con queste produzioni.”

Produzioni veramente di qualità. A questo punto ti ringrazio e ti saluto, ora vorremmo parlare con Antonino appunto.
V: “Grazie a voi, è sempre un grande piacere quando si parla di buona musica. Buona serata agli ascoltatori.”
A: “Ciao, un saluto a tutta Radio Godot, a tutti gli ascoltatori e a tutti voi che siete là in studio.”

Siete un po’ divisi in queste due entità, due uomini che lavorate come uno solo e tu rappresenti la G. T. music distribution.
A: “Sì, G. T. sta per una delle nostre vecchie gatte che non c’è più, gatta Tina, ci ha sempre portato fortuna e mi piace ricordare questo piccolo aneddoto riguardo al nome della società. Dunque sì, noi siamo praticamente un’unica entità, però da un po’ di anni a questa parte abbiamo cominciato a distribuire oltre la M. P. & records anche altre piccole etichette indipendenti come la Lizard, la Andromeda relix e altre. Ci piace appunto lavorare con la buona musica di qualità e siamo fieri di farlo.”

Se vogliamo vedere cos’è che distribuisce la G. T. music distribution, andiamo sul vostro sito?
A: “Esatto: www.gtmusic.it, un sito continuamente in lavorazione perché noi acquisiamo anche piccole auto produzioni di un certo valore: sono sicuramente degli ottimi prodotti che sennò rimarrebbero sconosciuti al pubblico. Invece noi cerchiamo appunto di farli emergere mettendoli sul nostro sito.”

Cercateli su Facebook M. P. & records e G. T. music distribution, andate a dar loro il like e seguite tutte le loro produzioni. Per me sono garanzia di qualità e mi fa piacere avervi avuto qui.
A: “Grazie mille per l’ospitalità, un saluto a tutti quanti, a tutti gli ascoltatori e a voi in studio!”

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>