Vincenzo Capua “Balla mio amore”

13654414_1023731684341103_2235785943601228732_n

Il panorama musicale italiano negli ultimi tempi si sta popolando di artisti dal look eccentrico, con vite spericolate (almeno all’apparenza), che lasciano il segno per quell’atteggiamento un po’ strafottente di chi si sente già arrivato.

C’è qualcuno, però, che si sta facendo largo grazie ad altre caratteristiche: faccia pulita, sound immediato ed orecchiabile, voce calda e travolgente, atteggiamento di chi ha un sogno da raggiungere e cerca di arrivare all’obiettivo nell’unico modo che ripaghi nel tempo, lavorare duro.

Stiamo parlando di Vincenzo Capua: finalista al Festival di Castrocaro nel 2011; ospite musicale fisso per due anni all’Edicola Fiore di Fiorello e, per ben tre anni consecutivi, tra i protagonisti del Capodanno di Rai 1 ” L’anno che verrà “.

Seppur giovane di età, Vincenzo ha alle spalle una grande esperienza live; non solo per il ben riuscito personal tour che lo ha visto protagonista in numerosi live show, ma anche perchè ha calcato importanti palcoscenici come Open Act di grandi nomi della musica italiana, come Fabrizio Moro, Niccolò Fabi, Povia.

Se con il suo precedente singolo “Felice” ha accompagnato attimi di vita di migliaia di fans, con il suo nuovo brano, “Balla mio amore”, farà da colonna sonora a tutti gli amori a cui ci abbandoneremo quest’estate.

E’ lui stesso, infatti, ad affermare che ” E’ una canzone piena di positività e di voglia di vivere. L’ho scritta pensando all’estate e alla voglia di ballare e divertirsi. Il senso intrinseco è quello di cogliere l’attimo, non lasciarsi sfuggire l’occasione giusta, e godersi ogni momento della vita, senza prendersi troppo sul serio. Spero che possa identificarsi con tanti ragazzi che affrontano la vita con il giusto mix di maturità e leggerezza allo stesso tempo.”

Per vedere il video di “Balla mio amore” clicca qui

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>