Covers at an exhibition

Roger & Hart, Smash song hits, Columbia 1940. Design: Alex Steinweiss

Roger & Hart, Smash song hits, Columbia 1940. Design: Alex Steinweiss

 

CHI HA INVENTATO LA COVER -ART ?

Il fonografo fu inventato nel 1887 ma la prima copertina di un LP non apparve  prima del 1940. Perchè passò così tanto tempo? Prima di parlare delle copertine dei dischi e della loro diffusione è bene sapere che fu Thomas Alva Edison, un inventore americano e padre della moderna industria discografica, a realizzare un aggeggio a forma cilindrica che emetteva dei suoni. Poi ci furono i primi grammofoni all’inizio del 1900 ad opera di alcune industrie discografiche che avevano perfezionato il sistema primordiale e la produzione di dischi per grammofoni tanto pesanti quanto fragili. Con la nascita delle prime radio che trasmettevano musica, sport e notizie, in modo gratuito a parte quello di possedere un apparecchio per l’ascolto, la produzione e lo sviluppo del grammofono ebbe una brusca battuta di arresto. Dopo il periodo della proibizione, negli anni 30, alcune compagnie come la Rock-Ola, la Seeburg, la Wurlitzer e la AMI, introdussero una macchina che avrebbe rivoluzionato il modo di ascoltare la musica: il JUKEBOX. Nel 1935 con l’inizio della SWING ERA e con l’avvento delle Big Bands (Benny Goodman, Count Basie, solo per citarne qualcuna) che passavano frequentemente nelle radio, la richiesta di dischi e la produzione di grammofoni riprese vertiginosamente in America e in tutto il mondo. All’epoca le grosse etichette discografiche erano la RCA, la CBS, la COLUMBIA, La Voce del Padrone. I dischi erano in bachelite e giravano a 78 giri. Poi furono prodotti anche esemplari che andavano a 33 e 45 giri e le dimensioni erano quelle che di solito sono definite come a metà strada tra un 33 giri attuale e un 45 giri: ten-inch.

William Paley, che era il capo della CBS, dopo l’acquisto della Columbia mise a capo di questa Edward Wallerstein che nel giro di un paio di anni la fece diventare una delle etichette discografiche leader in tutto il mondo.

Nel 1939, Wallerstein, propose ad un suo amico di diventare il direttore artistico dell’etichetta e gli commissionò la produzione di un cofanetto contenente quattro, 10inch, che andavano a 78 giri, in una specie di box di cartone con una immagine stampata sul davanti (fino ad allora i dischi erano contenuti in fogli di carta stampati con il logo della compagnia discografica, in bianco e nero).

Questo box del 1940 è stato quello che per primo ha avuto il nome di “ALBUM”, era intitolato “Smash hits by Rogers & Hart” e l’autore era ALEX STEINWEISS.

Steinweiss si occupò della direzione artistica della Columbia Records dal 1939 al 1943. Non solo è riconosciuto come l’inventore delle copertine degli album ma anche il creatore del packaging delle moderne record sleeves che dopo 60 anni sono ancora prodotte allo stesso modo. Nella sua carriera ha realizzato più di 2500 copertine.

E sono passati proprio più di 60 anni dall’elaborazione delle prime copertine di cartone dei 33 giri da quando, nel decennio successivo agli anni Quaranta, (dove le copertine erano sostanzialmente caratteri tipografici e la fotografia raramente trovava spazio), cominciarono ad avere un ruolo preminente nell’ambiente JAZZ, più innovativo.

I primi furono David Stone Martin e Reid Miles ad imprimere una svolta decisiva e a creare uno stile riconoscibile tanto da divenire caratteristico dell’etichetta per la quale lavoravano: la BLUE NOTE. Cominciò quindi il coinvolgimento degli artisti nella composizione delle copertine.

Fra le prime da ricordare ci sono quella di BEN SHAHN che ne disegnò una per la compilation CHICAGO STYLE JAZZ (1955) e quella che SALVADOR DALI’ realizzò nello stesso anno per LONESOME ECHO di Jackie Gleason.

(continua…)

Giuseppe Bellobuono

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>