America, oggi è il Giorno della Marmotta e Phil ha detto NO

giorno della marmotta

Pennsylvania – Grande giorno in quel di Punxsutawney, la piccola cittadina delle zanzare (il suo nome significa infatti “città delle zanzare” datogli dagli indiani Delaware) che si trova nella contea di Jefferson, famosa per il “Groundhog Day” ovvero il Giorno della Marmotta.

La tradizione vuole che in questo giorno si debba osservare il rifugio di una marmotta: se questa emerge e non riesce a vedere la sua ombra perché il tempo è nuvoloso, l’inverno finirà presto; se invece vede la sua ombra perché è una bella giornata, si spaventerà e tornerà di corsa nella sua tana, a quel punto, l’inverno continuerà per altre sei settimane.

Questo lieto giorno è festeggiato sin dal 1887 ed ha le sue origini nel Giorno della Candelora, festa della Chiesa Cattolica in cui si celebra la presentazione al Tempio di Gesù con la benedizione delle candele. Come dice un proverbio popolare italiano: “Per la santa Candelora o che nevichi o che plora, dell’inverno siamo fuora. S’egli è sole o solicello, Siamo ancora a mezzo il verno“.

Tale festività è molto simile alla tradizione pagana della festa di Imbolc, divinità della religione celtica, che segnava il passaggio tra l’inverno e la primavera.

Ma in Italia, il giorno della marmotta Phil (sì, ha anche un nome proprio di persona), è famoso per il film “Ricomincio da capo”. Uscito nel 1993 e diretto da Harold Ramis – il mitico Egon Spengler di Ghostbusters – con Bill Murray ed Andie MacDowell, il lungometraggio racconta la vicenda del meteorologo Phil (no, non è un caso di omonimia), inviato come reporter al Giorno della Marmotta, che si trova intrappolato in un loop temporale e costretto a rivivere continuamente la stessa giornata.

Una festa molto sentita in America, l’uscita o meno della piccola marmotta viene trasmessa da tutti i canali statunitensi, correlata da feste e concerti cui partecipa non solo la piccola popolazione (circa 6.000 abitanti), ma anche una gran fetta di turisti provenienti da tutta la nazione.

Il Giorno della Marmotta è una tradizione in cui un popolo statunitense, discendente dai grandi indiani d’America, aspetta la previsione meteorologica di una piccola bestiola (che vorrebbe rimanere a dormire) incaricata di “dire all’orecchio” del Sindaco quanto e se l’inverno durerà…e, in questo giorno, la Marmotta Phil ha detto NO. Riponete quindi i maglioni nei cassetti pieni di naftalina, perché l’Inverno è andato via e la Primavera è già arrivata.

Buon Giorno della Marmotta a tutti, ora Phil può finalmente tornare a dormire!

Caterina Caparello

Foto:  (Jeff Swensen/Getty Images)

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>