Arriva Cristina.. al Piper!

cristina-davena-a-sanremo-2016-744x445

Da oltre 30 anni voce di sigle TV e non solo, con schiere di fans di ogni età a seguirla in ogni appuntamento, Cristina D’Avena, già ospite a Sanremo 2016, riparte con una serie di live. Il 6 Maggio, insieme ai Gem Boy, l’appuntamento è al Piper di Roma (clicca qui per info) .

A guardar lei il tempo sembra essersi fermato, icona di spensieratezza e di genuinità, è stata, e continua ad essere, il mito di migliaia di bambini di oggi e di tantissimi bambini di ieri, diventati ormai adulti che continuano ad apprezzarla e a seguirla ovunque.

Cristina, pronta per il Piper?

Il concerto che farò al Piper con i Gem Boy è un evento imperdibile e noi siamo molto felici di tornare al Piper perché è davvero una location importantissima e sono soprattutto contenta di tornarci dopo aver fatto Sanremo. Io ed i Gem boy aspettiamo il pubblico, che non perde occasione per dimostrarci il suo amore, per cantare insieme le sigle dei cartoni animati, per divertirci e per tornare insieme un po’ piccoli, catapultandoci nel fantastico mondo dell’infanzia. Non vedo l’ora!

C’è chi dice che i Gem Boy e Cristina D’Avena siano un po’ come il diavolo e l’acqua santa.

E’ vero! Loro cantano canzoni abbastanza irriverenti, cambiano i testi, sono un po’ alternativi, però anche loro amano i cartoni animati; in fondo anche loro “sono nati” attraverso le parodie dei cartoni animati. Fondamentalmente ci amiamo molto, anche se mi hanno presa in giro per parecchio tempo con “Ammazza Cristina”; non ti nego che in fondo c’è un amore profondo perché sono musicisti, sono molto bravi peraltro e andiamo d’accordo. L’importante è che loro facciano i bravi sul palco perché quando Carletto si sveglia storto (il frontman dei Gem Boy n.d.r.) io non so mai cosa combinerà sul palco e un po’  temo (sorride). Ma in fondo fa tutto un po’ parte del gioco e della personalità di ciascuno di noi, perché siamo due entità piuttosto differenti.

Una celebre frase tratta da “Il Piccolo Principe” recita così: “Tutti gli adulti sono stati bambini una volta, ma pochi di essi se ne ricordano”.E tu, Cristina?

Io mi ricordo perfettamente della mia infanzia, mi ricordo perfettamente di essere stata bambina e non ti nego che un pochino continuo ad esserlo ancora. E’ chiaro che io sia un po’ avvantaggiata in questo, cantando le sigle vivo il mondo dell’infanzia praticamente 24 ore su 24 ed ho la possibilità di coltivare ed esternare questa parte di me. Ma attenzione, restare un po’ bambini non significa essere infantili; il fatto di restare un “Peter Pan” significa solo riuscire a guardare il mondo con gli occhi di un bambino e cercare di affrontarlo sempre con positività.

Quali personaggi reali di oggi vedresti bene in un cartone animato? (Cristina scoppia in una fragorosa risata)

Bella domanda! Così su due piedi non saprei. Cristina ci pensa un istante e poi.. Sai, mi viene in mente Sanremo, è uno dei ricordi lavorativi più recenti …e .. Rocco Hunt è identico ad Alvin Superstar! Ma posso farti anche un altro esempio: Francesca Michielin! Lei ama molto Magica Doremi e secondo me un po’ le somiglia. Mentre eravamo a Sanremo, durante un servizio, ha cantato la sigla e ti garantisco che sembrava proprio lei. Forse perché quando ami molto un cartone animato è come se ti ci immedesimassi un po’ e ti facessi un po’ trasformare. Ah si, anche Irene Fornaciari, lei per esempio è identica a Memole, se le fai indossare il cappello è Memole.

Qual è la sigla che avresti voluto cantare e invece non ne hai avuto la possibilità?

Ma no, mi bastano quelle che ho! Ho iniziato quando ero una ragazzina, ne ho cantate tantissime e continuo a cantarne sempre di nuove, ci sono sempre tanti progetti in ballo e per il momento ti assicuro che va bene cosi.

Sei stata sempre accostata al mondo dei cartoni animati, c’è stato mai un momento in cui questa cosa ti è pesata, un momento in cui magari avresti voluto emergere per qualcosa di diverso?

No, quello che faccio mi piace molto; l’ho sempre fatto e continuo a farlo con tanto amore, perché mi piace, lo sento mio. Mi catapulto in questo mondo fantastico che mi appartiene e mi piace cosi.

Con quali artisti ti piacerebbe avviare una collaborazione?

Il primo che mi viene in mente e che ho nel cuore è Lorenzo Jovanotti, perché credo che il nostro percorso sia stato, e sia ancora, piuttosto simile; anche lui, come me, ha iniziato più o meno negli anni 80 ed anche lui, come me, ha vissuto tutto il momento bellissimo della televisione. Vado sempre ai suoi concerti e scelgo di andare proprio in mezzo al pubblico, ne prendo parte da spettatrice e non da “vip”.  Ed ogni volta mi rendo conto che il suo pubblico è anche il mio pubblico; abbracciamo entrambi due generazioni che sono cresciute con le sue canzoni e con le mie e non sarebbe affatto male un duetto insieme, anzi, secondo me sarebbe meraviglioso. Lui è uno che ci mette l’anima nella musica che fa, è uno vero. E mi sono resa conto che anche durante i concerti, quando ci rivolgiamo ai presenti, diciamo spesso proprio le stesse cose. Perché non provare ad unire la musica pop alle sigle dei cartoni animati? In fondo anche la mia è musica pop! Con me hanno collaborato tanti nomi importanti, Massimiliano Pani, Piero Cassano, Franco Fasano..Sono convinta che il connubio di due artisti che hanno fatto lo stesso percorso sarebbe molto apprezzato e spero davvero di riuscire a realizzare presto questo sogno, sarebbe un regalo fatto a chi ci ama.

Noi di Youbee ti auguriamo di realizzare questo sogno il prima possibile, tu cosa auguri ai nostri lettori?

Vi auguro di tornare piccoli ogni tanto, di guardare il mondo con gli occhi dei bambini; perché in questo modo vivrete meglio ed affronterete la vita con più positività, disinvoltura e leggerezza. Rimanete sempre voi stessi, con molta umiltà e serenità nel cuore, perché ne abbiamo davvero bisogno tutti..

Alessia Pellegrino

 

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>