Morto Licio Gelli, a 96 anni porta nella tomba i misteri d’Italia

licio gelli

FIRENZE – E’ morto all’età di 96 anni Licio Gelli, venerabile maestro della Loggia massonica P2 ed enigmatico personaggio della storia d’Italia. Se ne è andato nella sfarzosa dimora di Villa Wanda, a Castiglion Fibocchi (Arezzo), dove, il 17 marzo del 1981 venne rinvenuto l’elenco degli affiliati alla P2: mille nomi di politici, imprenditori, magistrati e artisti e un misterioso ‘Piano di rinascita democratica’. Quali fossero esattamente gli affari in cui fossero implicati e a cosa puntassero non è mai stato chiarito definitivamente. Gelli è implicato nei più grandi misteri d’Italia, dal tentato golpe Borghese alla tragica fine di Michele Sindona, dal sequestro Moro alla strage di Bologna e a Tangentopoli. Uomo di relazioni importanti, di intrighi e cospirazioni, fascista per autodefinizione, Gelli era stato detenuto in Francia e Svizzera e l’ultima volta era finito davanti ai giudici un paio di anni fa per essere sentito in merito ai rapporti tra P2, servizi segreti ed eversione nella trattativa Stato-Mafia. Altri segreti, altri misteri. Tutti finiti con lui nella tomba.

Fonte Agenzia Stampa Dire

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>