Rock in Roma: il 7 giugno il via al Festival

450x270_3_1

Bruce Springsteen, David Gilmour, Duran Duran, Suede, Joe Satriani, Slayer. Sono solo alcuni dei nomi della line-up che si esibirà, a partire dal 7 giugno, tra l’Ippodromo delle Capannelle e il Circo Massimo, nell’ottava edizione di “Postepay Sound Rock in Roma”. L’evento, nato dalle menti di Maxmiliano Bucci e Sergio Giuliani, è stato presentato oggi presso la sala stampa dell’Associazione Stampa Estera.

La rassegna è ormai una realtà consolidata nel panorama internazionale dei Festival musicali estivi, come afferma Giuliani: «Dalla periferia siamo arrivati al Circo Massimo, è un doppio salto mortale. E’ la dimostrazione che anche nella Capitale è possibile fare eventi su un’arte contemporanea come il Rock». Dopo il successo ottenuto nel pubblico locale, la manifestazione ha attirato attenzioni da tutto il mondo: «Nelle transazioni per i biglietti è bello scoprire come vengano acquistati ovunque, dal Giappone al Cile».

Anche quest’anno, il “main event” sarà il concerto nella suggestiva cornice del Circo Massimo: «Due anni fa, con i Rolling Stones, facemmo un vero e proprio esperimento. Oltre al grande successo di pubblico è stato bello notare come tutto sia filato liscio dal punto di vista organizzativo. Questo ci ha dato il coraggio di rilanciare con David Gilmour e Bruce Springsteen».

L’ex Pink Floyd si esibirà in due serate il 2 e il 3 Luglio, mentre il “Boss” salirà sul palco allestito nel cuore di Roma il 16 Luglio. «Il Festival– prosegue Giuliani – è un luogo di aggregazione sociale. Nel villaggio infatti, sarà presente anche “Save The Children” con la speranza, attraverso la manifestazione, di poter aiutare anche chi è più in difficoltà». Una delle novità di questa edizione sarà “The Italian Way”, un progetto musicale che permetterà agli artisti italiani più rappresentativi e a quelli emergenti, di esibirsi nell’arco dei due mesi in cui andrà in scena la rassegna. Una serie di concerti che spazieranno dall’hip hop al rap, passando per il punk rock, l’indie rock e il pop in modo da «accontentare i gusti di tutti, che è uno dei cardini del progetto Rock in Roma» come afferma Maxmiliano Bucci.

L’organizzatore non nasconde la preoccupazione provata nel momento di mettere insieme la “lista” dei partecipanti: «Siamo partiti con i soliti dubbi e le solite certezze. In autunno – spiega – vedendo i nomi degli artisti in tour durante l’estate eravamo scoraggiati. Anche a causa dei fatti di Parigi alcuni di loro hanno rinviato o cancellato i propri tour». Questo non ha impedito di poter ingaggiare nomi del calibro di David Gimour «che come Festival parteciperà solo a Rock in Roma e sta preparando qualcosa di unico» e Bruce Springsteen. Oltre ad annunciare “Rock in Movie”, una rassegna cinematografica (gratuita) in cui verranno proiettati i migliori film dedicati al Rock, Bucci annuncia una possibile grande novità per l’edizione del prossimo anno: «Il sogno è quello di realizzare un week-end in tutte le zone di maggior interesse della città, dal Circo Massimo al Teatro di Ostia antica, per mettere la Capitale al centro del mondo dal punto di vista culturale, turistico e musicale». Infine un occhio alla sicurezza: «Non siamo preoccupati, abbiamo organizzato tutto anche da quel punto di vista. Abbiamo metal detector fissi e mobili». Per chi ama il Rock a Roma, si prospetta un’Estate caldissima.

Giacomo Capellini

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>