“Mi voleva morto”: situazione degenerata nella Royal Family

Non c’è  davvero un attimo di pace per Re Carlo III:  la situazione degenera nella famiglia Reale Inglese e ora  sembra che il nuovo sovrano sia rimasto vittima di un gesto sconsiderato… Gli inglesi sono-  a dir poco- sconvolti.

Che cosa è successo di tanto scandaloso nei confronti di Re Carlo III? Andiamo con il racconto dei fatti… Da non crederci: qualcuno lo voleva morto! Ma è davvero così, o…

Niente pace per Carlo III
Re Carlo III YouBee

Re Carlo e la regina consorte Camilla, a York per l’inaugurazione di una statua dedicata all regina Elisabetta II, sono stati contestati –  e pure non poco- da un ventitreenne, poi arrestato. Patrick Thelwell ha spiegato- senza tanti mezzi termini- perché l’ha fatto. Ma il popolo inglese, come quasi tutto il resto del mondo, è rimasto basito innanzi al gesto che ha messo in atto il giovane in maniera tanto rabbiosa: uova lanciate contro di lui!

Il re contestato

Lo studente sospettato di aver lanciato uova contro Re Carlo dice di essere stato aggredito dalla folla e da allora ha ricevuto minacce di morte. Patrick Thelwell, 23 anni, ex candidato del Green Party, ha preso di mira non solo  il Sovrano britannico  ma anche la regina consorte Camilla in visita a York. Prima dell’inaugurazione di una statua dedicata alla regina Elisabetta, i due sono stati attaccati direttamente  dal contestatore solitario, che ha provato a colpire la coppia, ma-  fortunatamente-  senza successo. Il giovane è stato prontamente arrestato e tenuto sotto custodia per quale ora dopo che era stato in men che non si dica identificato.

E’ stato aggredito dalla folla

Parlando a The Mirror dopo essere tornato  in libertà , lo studente dell’Università di York ha detto di essere stato “aggredito dalla folla”.

Queste le sue parole a riguardo: “Sono stato rilasciato alle 22:00, quindi non è andata poi così male. I miei amici mi stavano aspettando. Il mio avvocato è stato molto bravo”.

Poi ha tosto proseguito dicendo: “Dopo che sono stato arrestato, ho visto quella folla che letteralmente urlava e schiumava pura rabbia. Dicendo che la mia testa sarebbe dovuta finire su una picca, che sarei dovuto essere assassinato sul posto. La gente mi strappava ciocche di capelli, mi sputava addosso. Hanno perso la testa!”

Niente pace per Carlo III
Patrick Thelwell, il vandalo resosi responsabile dello sconsiderato gesto YouBee

Patrick ha  nche riferito che le condizioni legate al suo rilascio sono “piuttosto divertenti”. Ha- infatti- detto che includono il divieto di avvicinarsi a men di 500 metri da Re Carlo e  di possedere uova in un luogo pubblico.  Ha poi specificato di essere stato accusato del reato di ordine pubblico della Sezione 4 e dovrà apparire in tribunale il 1° dicembre. Insomma, non sarà – di certo- una passeggiata di salute per lui!

Ma chi o che cosa l’ha spinto a protestare?

Alla base della protesta, stando alle prime indiscrezioni, sarebbe stato  il passato coloniale del Regno Unito. “Questo uomo veste gioielli rubati dall’India, dall’Africa e da ogni altra colonia” ha riferito Thelwell che poi non contento ha anche aggiunto:  “Ho fatto quello che ho fatto perché non credo nei re. Credo nell’uguaglianza di tutte le persone. È una protesta contro lo stato di questo Paese e la discesa al fascismo“.